Pittura in scena @ Federico Luger - FL Gallery, Milano [dal 6 giugno su 15 settembre]

Pittura in scena


154
6
giu
 
- 15
set
18:30 - 19:00

 Pagina di evento
Federico Luger - FL Gallery
viale Sabotino, 22, 20135 Milan, Italy
ITA

Federico Luger (FL GALLERY) è lieto di presentare la mostra personale di Ignazio Moncada (Palermo 1932 — Milano 2012) inventore della Pont Art, tendenza artistica che nasce dall’idea di portare la pittura nello spazio cittadino, sui ponteggi di case in restauro. L’aspirazione alle grandi dimensioni e a fare del colore uno spazio emotivamente coinvolgente, trova in questo caso una singolare attuazione.
L’esposizione raccoglie 62 + 1 opere realizzate fra il 1998 e il 2010 dall’artista e riproposte in un allestimento suggestivo ideato dal figlio Ruggero, architetto e responsabile dell’Archivio Ignazio Moncada.
I lavori sono disposti lungo le pareti interne e sul soffitto della galleria, creando uno spazio unitario e stimolante, in termini sia cromatici che espressivi, in linea con lo spirito del lavoro di Ignazio Moncada.
Le opere che Moncada realizzò a partire dal 1998 fanno parte di un ciclo unico “Le Rappresentazioni”in cui l’artista indaga la presenza e la natura del mito in un lavoro fondato sulla forza del colore e sulla memoria delle figure ancestrali di una cultura universale, delineando una stagione di grande forza e vivacità, espressa attraverso un’energia cromatica intrinseca.
Nel raccontare la mostra, Francesco Tedeschi, già curatore della retrospettiva dell’artista tenutasi alle Fabbriche di Chiaramontane di Agrigento nel 2014, sottolinea il carattere teatrale di un’ispirazione che si esprime nella messa in scena di una produzione unitaria in cui compaiono forme e figure provenienti da un immaginario mitico e inventato: “Si tratta di segni che ricorrono in questo insieme di lavori, tra i più omogenei della sua produzione e che meriterebbero di essere inseguiti, catturati, se possibile interpretati. Figure di matrice organica, come delle serpentine vivacemente contrappuntate da un’epidermide decorativa o delle lingue-sacche contenenti tracce di colore diviso in una miriade di punti-luce, altre di appartenenza più costruttiva e geometrica (o geometrizzante), con il richiamo a strutture architettoniche essenziali e fuori asse. Da una tela all’altra, gli stessi elementi riaffiorano, scorrendo dall’alto verso il basso (e viceversa) su un piano bidimensionale creato dagli intensi campi cromatici che annullano ogni scansione spaziale di profondità, compaiono con nuove posizioni, con un nuovo ruolo, attori di una scena ogni volta rinnovata.”
Un itinerario, inserito all’interno degli eventi collaterali di Manifesta 12 a Palermo, dal 14 giugno fino al 4 novembre 2018 racconterà “IGNAZIO MONCADA. Attraverso Palermo”. Il percorso partirà dall’ultima opera ambientale permanente realizzata dall’artista per la Biblioteca — restaurata da Gae Aulenti nel 2012 — di Palazzo Branciforte, a Palermo. Seguirà a Bagheria con l’apertura al pubblico della Stanza dell’Irrequito, in ceramica policroma, a Villa Trabia, opera site-specific e inedita; quindi al Museo Guttuso, sempre a Bagheria, con l’esposizione temporanea di alcune grandi tele. Si concluderà al Museo Civico di Castelbuono con un’opera dal titolo La Maga Circe, da poco inserita nella collezione permanente.Infine, a partire dal 23 giugno e fino al 4 novembre, la città di Marsala ospiterà al Convento del Carmine, sede dell’Ente Mostra Di Pittura Contemporanea, l’ampia retrospettiva “IGNAZIO MONCADA. Attraverso il colore”, a cura di Sergio Troisi, che ripercorre mezzo secolo di produzione dell’artista.

— ENG

Federico Luger (FL GALLERY) is pleased to announce a solo show by Ignazio Moncada (Palermo 1932 – Milan 2012) the inventor of Pont Art, the artistic trend that arises from the idea of bringing painting into the city spaces, on the scaffolding of houses in restoration.
The amazing set-up of the exhibition mixed both the aspiration of large dimensions and the idea of creating an emotional space through the colour.
The show collects 62+1artworks that have been made by the artist between 1998 and 2010 and repurposed throw a spectacular and eveloping set-up designed by Ruggero, Ignazio Moncada’ son, in order to safeguarding its memory and curating its reproposal.
The artworks are distributed along the walls and on the ceiling of the gallery creating a uniform and inspiring area, in chromatic and expressive terms, following the artist’s attitude.
The works that Moncada have made since 1998 are part of a unique serie which is called “The Representations” where the artist investigates the presence and nature of the myth in a work based on the power of colour and on the memory of the ancestral figures of a universal culture, outlining a season of great strength and vivacity, expressed through an intrinsic chromatic energy.
Presenting the artistic path of the exhibition, Francesco Tedeschi, curator of the exhibition and of the solo show in Agrigento at Chiaramonte’s factories in 2014 too, wants to underline the theatrical nature of an inspiration that express yourself throw the staging of a unitary production in which shapes and figures belonging to a mythical and invented imaginary appear, showing themselves: “These are signs which recur in this grouping of works, among the most homogeneous of his production, and which deserve to be pursued, captured and if possible interpreted. Some are figures of an organic matrix, like coils vivaciously counterpointed by a decorative epidermis, or tongues-sacks containing traces of colour divided into a myriad of light-points, while others belong more to a constructive and geometric (or geometrizing) source, recalling architectonic structures, essential and off-axis. From one canvas to another the same elements resurface, flowing from the top down (and vice versa) on a two-dimensional plane created by intense chromatic fields that cancel out any spatial scansion of depth, appearing with new positions, with a new role, actors in an ever renewed scene.”
There is an itinerary in Sicily, within the collateral events of Manifesta 12 in Palermo, scheduled from 14th of June to 4th of November 2018 that will narrate “IGNAZIO MONCADA. Through Palermo”. It will start from the last permanent environmental work created by the artist for the Library of Palazzo Branciforte in Palermo, restored by Gae Aulenti in 2012.It will follow in Bagheria with La Stanza dell’Irrequieto in polychrome ceramic at Villa Trabia, a site specific and unpublished work and in Guttuso Museum will take place the temporary exhibition of some large painting. The roadmap will end at the Civic Museum of Castelbuono with La Maga Circe, a work that have been recently added to the permanent collection. Finally from the 23rd of June to the 4th of November in Marsala, at Convento del Carmine it will be possible to visit the extensive retrospective curated by Sergio Troisi “IGNAZIO MONCADA. Through the colour" which traces a half century of the artist's entire production.
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi più atteso in Milano :

U2 in concerto a Milano - 12 ottobre
Mediolanum Forum
U2 in concerto a Milano - 11 ottobre
Mediolanum Forum
Imagine Dragons / live a Milano Rocks
Experience Milano
Corso rapido per scrivere "impeachment" correttamente
Casaleggio e Associati
Inaugurazione Starbucks a Milano
U2 live a MIlano // eXPERIENCE + iNNOCENCE Tour 2018
Mediolanum Forum
Color Run 2018 Milano
Milano Rho Fiera
Deejay Ten Milano 2018
Gli eventi più popolare nel tuo newsfeed!